Tutto Vero di Alessandro Depegi

È appena uscito il nuovo libro di Alessandro Depegi!

Ordinatelo qui! 140 pagine da leggere con trasporto.

Phoenix, detersivo universale con Enzimi

Phoenix, il detersivo universale con enzimi garantisce un eccezionale risultato nella pulizia di superfici solide! Un unico prodotto per la pulizia, biodegradabile, con Enzimi a base zuccherina, ideale per un risparmio di tempo! Provatelo! Per maggiori informazioni contattateci.

Prodotti a base di latte di cavalla

Indicato per pelli sensibili, neurodermiti, eczemi, psoriasi e per ringiovanirla.

Per saperne di più visiti la pagina Prodotti a base di Latte di Cavalla Home

07.01.2014 Uncategorized No Comments

Shampoo per cani al latte di cavalla

Come prima mondiale, è stato possibile mettere a punto un preparato per la pulizia e la cura dei nostri amici cani: lo Shampoo per cani al latte di cavalla.

10.03.2012 Bio Screening, News 3 Comments

Il nostro corpo è letteralmente immerso nell’atmosfera terrestre e subisce DANNI non indifferenti a livello di TUTTI I SENSI

Il nostro corpo è letteralmente immerso nell’atmosfera terrestre e subisce DANNI non indifferenti a livello di TUTTI I SENSI:

  • Rumori molesti
  • Odori sgradevoli o profumi troppo penetranti
  • Spettacoli allucinanti e/o violenti
  • Pressioni sulla superficie della pelle da parte di ogni tipo di onde elettromagnetiche

Abbiamo considerato 4 dei 5 sensi. Il quinto senso, quello del GUSTO, è strettamente collegato a quello che mangiamo. Proprio per quest’ultimo senso possiamo cercare di mangiare sano senza trovarci ad essere ulteriormente danneggiati. Resta comunque una lotta dover scegliere l’alimento SANO tra i prodotti in commercio, bisogna valutare attentamente gli ingredienti, il procedimento utilizzato per arrivare sullo scaffale del negozio e non da ultimo se TOLLERIAMO quel cibo.

Infatti, se analizziamo la nostra psiche sempre più stressata e danneggiata da inconvenienti di ogni genere, ci accorgiamo (o probabilmente no) che certi alimenti da noi amati, sono diventati dei veleni!

TOGLIERE un cibo dalla dieta non sempre significa guarigione; è però il primo passo incruento e semplice verso la guarigione.

BIO BRISK cerca di aiutarvi a trovare l’alimento al quale siete INTOLLERANTI che è quindi diventato per voi fonte di danno.

Stiamo parlando di intolleranze alimentari, NON di intolleranza al glutine o al lattosio della medicina accademica, MA stiamo parlando di “intolleranze vere”.

Purtroppo le intolleranze alimentari sono spesso confuse con le allergie.
Certo le intolleranze sono parenti delle allergie, ma hanno un comportamento molto più subdolo e “lavorano” in un modo un po’ diverso.

16.03.2010 Bio Screening, chili di troppo, intolleranza alimentare, News 2 Comments

Adiposità

In primavera una buona quantità del genere umano comincia a preoccuparsi delle condizioni fisiche in cui si trova. Durante l’autunno e l’inverno, protetta dai vestiti, ha potuto “incamerare” quell’adipe che appunto in primavera, si dimostra dannoso.
Il sole, i fiori, l’ora legale che allunga le giornate e la luce frizzante della primavera ci fanno piano piano scivolare via i vestiti ormai troppo pesanti e ci accorgiamo che il peso sottostante è un po’ troppo e il pannicolo adiposo cresciuto oltre misura.

È panico! Bisogna correre ai ripari! Niente paura: ci pensano gli altri. La pubblicità è a nostra portata e vediamo sbandierate grandi possibilità di dimagrimento in tempi più o meno brevi.
Se poi ci colleghiamo a Internet sotto le voci DIMAGRAMENTO o DIMAGRIMENTO, che sono sinonimi, troviamo infinite possibilità con tempi che vanno da una settimana a un mese per poter arrivare al “peso forma”. Possiamo anche scoprire una grande quantità di Centri Benessere distribuiti sul globo terracqueo dove è possibile solo star bene e ritrovarsi con un corpo eccezionale. L’importante è cominciare e “affidarsi”.
È indubbio che, sempre rimanendo nel lecito, senza affrontare l’illogica necessità di ingurgitare medicamenti tossici, raggiungere il peso forma in tempi brevi è molto difficile e nevrastenizzante. Pensiamo anche a quelle povere bilance che, giorno dopo giorno, si sentono caricare di improperi perché l’ago (della bilancia), che dovrebbe gratificarci, segna sempre “un po’ di più”.
Giunti a questo punto, se è vero che siamo tutti diversi, ognuno di noi, se desidera arrivare a trovarsi a proprio agio col proprio corpo e coi propri chili, deve fare alcune semplici considerazioni. Per prima cosa deve staccarsi dalla massa e tener presente che le statistiche sono valide solo come statistiche. È giusto “prendere le redini” di se stessi, decidere cosa fare, come procedere dopo aver analizzato le possibili soluzioni. La primavera e l’estate non sono dietro l’angolo ma neppure troppo lontane. Se si desidera l’armonia del proprio corpo e si accetta che il raggiungimento di una situazione positiva sia lento, non si deve affannosamente cercare delle “garanzie”: è sufficiente considerare se la metodica che vi promette benessere, ovvero star meglio, è a vostra portata e non agisce in modo “violento”. Sarà senza dubbio importante non aspettare la primavera avanzata.

È l’alimento il componente più importante che fa ingrassare o dimagrire; e non è sempre solo la quantità ma soprattutto la qualità. La qualità significa in questo caso quell’alimento o la Famiglia di quell’alimento. E non è facile comprendere qual è l’alimento incriminato, dato che potrebbe essere proprio quello che si mangia più volentieri. Se dopo quel particolare esame si viene a scoprire l’intolleranza proprio verso quel determinato alimento può capitare di sentir dire: “non ci credo, non è possibile; quell’alimento è sano e genuino, non solo, ma sento proprio che, quando lo mando giù mi fa stare veramente bene”. Non sempre il nostro istinto ci aiuta. Quell’alimento è dannoso perché relazionato a situazioni stressanti del passato per cui, ogni volta che ne assumiamo una quantità anche piccola, ci rammenta inconsciamente quello stress apparentemente dimenticato producendo ansia e depressione. Come una cascata, l’ansia o la depressione possono causare innumerevoli altri sintomi e tensioni che ci potranno, fra l’altro, obbligare a mangiare sempre di più ingurgitando qualunque cibo.
Non sempre tutto è così catastrofico come qui sopra descritto. È però assodato, da conferme di molte persone, che se noi sopprimiamo, o meglio dimentichiamo gli alimenti nei riguardi dei quali è risultata intolleranza, il nostro organismo ritrova il benessere e il corpo si armonizza perdendo “delicatamente” alcuni chili di troppo. La parola “delicatamente” vorrebbe significare lentamente e armoniosamente, senza violenza, evitando nevrastenie sempre dannose.
Se dunque ci teniamo all’armonia del nostro corpo, possiamo “fuori stagione” cercare, e trovare, l’alimento che non va bene (bastano alcune ciocche di capelli), dimenticarlo per almeno 4 mesi, evitare l’abbuffamento di altri alimenti e arrivare a constatare come impercettibilmente potrà essere piacevole riguardarsi nello specchio.

Dr. med. Roberto Bruzzone

Clicchi qui per scoprire di più sull’esame per rilevare le intolleranze alimentari Bio Screening